Al 24 di calle Guatemala

Antonio Aimi |  | Città del Messico

35 crani al centro di una piattaforma

«Davanti a questa torre [= il Templo Mayor] c’erano 60 o 70 travi poste su un gran basamento di calce e pietra dai cui gradini sporgevano crani fissati con la calce. Alle estremità delle travi c’erano due torri fatte di crani e calce e tra una trave e l’altra erano fissati dei pali, in ciascuno dei quali erano inseriti per le tempie cinque crani. Io e un certo Gonzalo de Umbria contammo i pali e moltiplicando [il risultato] per cinque trovammo che c’erano 136.000 crani senza contare quelli delle torri».

Con queste parole Andrés de Tapia, uno dei protagonisti della conquista del Messico, descrive lo «Huey Tzompantli» la grande rastrelliera dei crani del centro cerimoniale di Tenochtitlan, la capitale dell’impero azteco. Questa costruzione, la cui posizione, più o meno, era nota da tempo, sembra tornare ora alla luce grazie agli scavi che gli archeologi messicani stanno
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Antonio Aimi