A Ca' Pesaro i britannici contemporanei senza respiro

La realtà dell'arte contemporanea a Londra con opere in gran parte inedite di dieci artisti

Lidia Panzeri |

Venezia. Non ha certo l’ambizione, a distanza di più di vent’anni, di ripetere i fasti di «Sensation: Young British Artists from Saatchi Collection» eppure è sul quel solco che si colloca la mostra «Breathless. Senza respiro. Arte contemporanea a Londra» in programma al Museo d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro di Venezia dal 19 ottobre al primo marzo, per la cura di Norman Rosenthal e Harry Woodlock e il supporto di British Council.Rosenthal sostiene che «nonostante tutti gli enormi problemi che i giovani artisti affrontano e hanno sempre affrontato a Londra e altrove, la cosa migliore è che la creatività e l’originalità continuano a prosperare secondo modalità interessanti e persino sorprendenti».Da parte sua Woodlock nel suo saggio scrive: «“Breathless” esplora la realtà dell’arte contemporanea in uno dei centri più sviluppati del capitalismo globale. Negli ultimi quarant’anni la vita per un giovane artista metropolitano è diventata sempre più dura: gli autori sono soggetti a richieste del libero mercato, costi di vita sempre crescenti e disintegrazione dei legami sociali...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Lidia Panzeri