50 anni di sovversione

Boris Mikhailov festeggia i 50 anni di carriera con «Before Sleep / After Drinking»

«Making of 9/11 (by Tom Kaminski, 2001)», 2013, di Jojakim Cortis & Adrian Sonderegger. © Jojakim Cortis & Adrian Sonderegger
Monica Poggi |  | Berlino

Boris Mikhailov festeggia i 50 anni di carriera con «Before Sleep / After Drinking», retrospettiva di oltre 400 scatti al C/O Berlin, dal 16 marzo fino al primo giugno.

Nato in Ucraina nel 1938, laureato in ingegneria elettronica, Mikhailov si avvicina al linguaggio fotografico come autodidatta alla fine degli anni Sessanta. Inizia a ritrarre i propri amici, sé stesso e la moglie in pose esplicitamente erotiche e grottesche, attirando l’attenzione dei servizi segreti che lo accusano di pornografia. Perde il posto di lavoro, ma si rende conto del potenziale sovversivo della fotografia.

In «Red», ad esempio, il colore simbolo del regime diventa il leitmotiv delle situazioni più banali e disparate. «Case History», serie realizzata alla fine degli anni Novanta, racconta la realtà ucraina a seguito del crollo dell’Unione Sovietica. Qui Mikhailov rompe ogni tabù, documentando scene di sessualità e di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Monica Poggi