L'omaggio all’architetta italo-brasiliana in forma di grande videoinstallazione del filmmaker britannico Isaac Julien

Image

L'omaggio all’architetta italo-brasiliana in forma di grande videoinstallazione del filmmaker britannico Isaac Julien

Quintuplice MaXXI post lockdown

Le acquisizioni del museo, Alberto Boatto, un ricordo di Claudia Gian Ferrari, Giovanni Gastel e Lina Bo Bardi

Al MaXXI l’autunno vuole essere una primavera: le mostre programmate da marzo in poi, rinviate per il lockdown, aprono, avviando il processo di una definitiva ripartenza. Dall'1 ottobre fino ad aprile, il direttore di MaXXI Arte Bartolomeo Pietromarchi illustra, nella mostra «Senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio», l’ultimo capitolo della politica di acquisizione di opere d’arte per la collezione permanente, con le opere Carla Accardi, Luciano Fabro, Luigi Ghirri, Angela Ricci Lucchi e Yervant Gianikian, Paolo Icaro, Jannis Kounellis, Anna Maria Maiolino, Claudio Parmiggiani e Mario Schifano.

Di ciascuno, al MaXXI, figureranno ora gruppi di opere o grandi installazioni, acquistate con i fondi giunti dal Mibact in occasione del decennale del Museo nazionale delle arti italiane del XXI secolo. Contestualmente a questa mostra, un focus su Alberto Boatto curato da Stefano Chiodi, con documenti dell’archivio del critico d’arte morto tre anni fa.

Sempre l’1 ottobre apre «Omaggio a Claudia Gian Ferrari», un allestimento, curato da Anne Palepoli, delle 58 opere che la gallerista e storica dell’arte milanese donò al museo poco prima di morire nel 2010. Fino a gennaio è visitabile anche la mostra «Giovanni Gastel. The people I like», con 200 ritratti scattati dal fotografo a personalità quali Marco Pannella, Barack Obama, Roberto Bolle, Zucchero, Bianca Balti e Miriam Leone. Il 24 settembre è stata invece la volta di «Lina Bo Bardi. Un meraviglioso groviglio», un omaggio all’architetta italo-brasiliana in forma di grande videoinstallazione del filmmaker britannico Isaac Julien.

L'omaggio all’architetta italo-brasiliana in forma di grande videoinstallazione del filmmaker britannico Isaac Julien

Guglielmo Gigliotti, 30 settembre 2020 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Dipinti, progetti architettonici, fotografie, illustrazioni, documenti d’archivio e manifesti pubblicitari nella mostra presso il Casale di Santa Maria Nova all’interno del Parco Archeologico dell’Appia Antica

Nel Museo di Roma in Trastevere una personale dell’artista romana costruita sul binomio fotografia-pittura

Nel Museo dell’Ara Pacis maschere, sculture, vasi, rilievi, mosaici, dipinti murali e strumenti musicali raccontano autori, attori e pubblico di una delle principali istituzioni dell’antichità: una vita parallela in cui la realtà si rispecchiava

L’ironia sostenuta dall’ingegno di Filippo Lippi e le bizzarrie del figlio Filippino in mostra a Roma ai Musei Capitolini

Quintuplice MaXXI post lockdown | Guglielmo Gigliotti

Quintuplice MaXXI post lockdown | Guglielmo Gigliotti