Francesco Hayez, «Il conte Giovanni Battista Morosini», 1985 (particolare)

Image

Francesco Hayez, «Il conte Giovanni Battista Morosini», 1985 (particolare)

In Riva al lago

In mostra alla Pinacoteca cantonale le collezioni private dell'alta aristocrazia luganese del Sette e Ottocento

La Pinacoteca cantonale Giovanni Züst presenta fino al 24 maggio «Dentro i palazzi. Uno sguardo sul collezionismo privato nella Lugano del Sette e Ottocento: le quadrerie Riva», un percorso attraverso la storia dell’arte e della (migliore) società luganese curato da Edoardo Agustoni e Lucia Pedrini Stanga.

Oltre 70 i dipinti giunti dalle residenze dell’aristocratica famiglia dei Riva, cui si aggiungono argenti, arredi, miniature, libri, documenti, in una ricostruzione di alcuni ambienti dei palazzi urbani e delle ville di campagna dei tre rami (conti, marchesi, nobili) del casato: tutti appassionati collezionisti (e committenti, nel ’700, di Giuseppe Antonio Petrini), nel tempo i Riva riunirono opere di Carlo I. Carloni, Gian Francesco Cipper (Il Todeschini), Hayez, Migliara, dei milanesi Bisi, e di altri artisti attivi tra ’700 e ’800.

A queste opere si aggiungono i ritratti dei governatori (landfogti) della prefettura di Lugano, giunti dai Cantoni a Nord delle Alpi, e di alcune opere appartenute ad altre illustri famiglie con cui i Riva erano imparentati o in rapporti di stretta consuetudine.

Francesco Hayez, «Il conte Giovanni Battista Morosini», 1985 (particolare)

Ada Masoero, 24 aprile 2021 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Il direttore Angelo Crespi conferma l’inaugurazione il 7 dicembre (finalmente) di Palazzo Citterio, e annuncia che sarà allestito da Mario Cucinella. Il 2024 sarà un anno record: previsti 500mila visitatori, forse di più. Non ci sarà la passerella aerea voluta dall'ex direttore James Bradburne

Nel Museo di Santa Giulia e nel Castello di Brescia quarant’anni di attività dell’artista

Nel Pac l’ultimo omaggio dell’artista milanese al drammaturgo irlandese, che le ha insegnato a «fare arte attraverso lo spazio». Prossima tappa il Magazzino Italian Art a New York

Riuniti nella residenza a Tremezzina i capolavori di Canova, Thorvaldsen e Hayez raccolti per rivalsa su Napoleone dal marchese lombardo

In Riva al lago | Ada Masoero

In Riva al lago | Ada Masoero