Cotone stampato a tulipani, disegnato da William Morris

Image

Cotone stampato a tulipani, disegnato da William Morris

Futuristi e Vorticisti: sintesi italobritannica

Il dialogo tra due movimenti che condividevano la spinta per l’innovazione, l’ideale del dinamismo e la volontà di irrompere nella vita in una mostra tra il Museo del Novecento e Palazzo Morando

Diffusa tra il Museo del Novecento e Palazzo Morando | Costume Moda Immagine, la mostra, prodotta con Electa, «FuturLiberty. Avanguardia e stile» (dal 5 aprile al 3 settembre), è curata da Ester Coen e per i tessuti da Federico Forquet. Il percorso mette in dialogo Futurismo italiano e Vorticismo inglese, che condividevano la spinta per l’innovazione, l’ideale del dinamismo e la volontà di irrompere nella vita.

Con i capolavori futuristi di Giacomo Balla, Gino Severini, Umberto Boccioni, Carlo Carrà e Fortunato Depero, dal Museo del Novecento e da altri importanti musei, entrano in dialogo le opere degli inglesi Percy Wyndham Lewis e Christopher Nevinson, quest’ultimo firmatario con Marinetti del manifesto Vital English Art (1914).

All’arte visiva delle due avanguardie hanno guardato, per la nuova collezione FuturLiberty, Federico Forquet e il team dei creativi di Liberty, il produttore inglese di tessuti che, oltre ai noti pattern floreali, realizza stoffe con motivi geometrici ispirati a quel gusto. Duecento le opere esposte nelle due sedi, cui si aggiunge un approfondimento sui numerosi edifici Liberty di Milano.

A rendere omaggio alla creatività di Liberty, a quasi cinquant’anni dalla mostra che nel 1975 ne celebrava il centenario al V&A di Londra, è Palazzo Morando, dove sono esposti dipinti, disegni, arazzi, stoffe, abiti, arredi, fotografie e materiali inediti dall’archivio dell’azienda, sin dal tempo della collaborazione con William Morris.

Cotone stampato a tulipani, disegnato da William Morris

Ada Masoero, 04 aprile 2023 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Ettore Rotelli, grande conoscitore dell’opera del pittore viareggino, documenta il percorso che lo ha condotto al corretto riconoscimento, 110 anni dopo, di questo dipinto

Alla soglia dei novant’anni il pittore bolognese ne festeggia sessantacinque di carriera, unicum nella Pop art con un’antologica a Milano: settanta grandi dipinti e cinquanta disegni realizzati tra il 1957 e il 2023

Primo Marella Gallery dedica una personale all’artista filippino tra i più noti della sua generazione

Il direttore Angelo Crespi conferma l’inaugurazione il 7 dicembre (finalmente) di Palazzo Citterio, e annuncia che sarà allestito da Mario Cucinella. Il 2024 sarà un anno record: previsti 500mila visitatori, forse di più. Non ci sarà la passerella aerea voluta dall'ex direttore James Bradburne

Futuristi e Vorticisti: sintesi italobritannica | Ada Masoero

Futuristi e Vorticisti: sintesi italobritannica | Ada Masoero