«L'archeologo» (1928), Genova, Galleria d'Arte Moderna. Comune di Genova - Musei di Nervi - Galleria d'Arte Moderna © Filippo de Pisis by SIAE 2019

Image

«L'archeologo» (1928), Genova, Galleria d'Arte Moderna. Comune di Genova - Musei di Nervi - Galleria d'Arte Moderna © Filippo de Pisis by SIAE 2019

De Pisis a Palazzo Altemps

Retrospettiva curata da Pier Giovanni Castagnoli con Danka Giacon

Dopo Milano, e dopo essere slittata a causa del lockdown, ha riaperto al Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps fino al 20 settembre la retrospettiva di circa 80 opere di Filippo de Pisis (1896-1956), curata da Pier Giovanni Castagnoli con Danka Giacon.

A Roma si arricchisce tuttavia di una quarantina tra carte e acquerelli, realizzati a principiare dagli anni dell’adesione alla Metafisica di de Chirico (1916-17) fino all’ultima stagione, segnata dalla malattia nervosa che lo porterà alla morte in un ospedale psichiatrico.

Nature morte, vedute urbane (Roma, Milano, Londra, Venezia), paesaggi campestri e marini, o rarefatte fantasie liriche con fiori e piume, vanno così a dialogare con le opere d’arte antica del museo sito nella dimora cinquecentesca degli Altemps. A connettere due mondi espressivi così lontani, la «nostalgia del frammento» tanto cara al pittore ferrarese.

«L'archeologo» (1928), Genova, Galleria d'Arte Moderna. Comune di Genova - Musei di Nervi - Galleria d'Arte Moderna © Filippo de Pisis by SIAE 2019

Guglielmo Gigliotti, 20 agosto 2020 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Dipinti, progetti architettonici, fotografie, illustrazioni, documenti d’archivio e manifesti pubblicitari nella mostra presso il Casale di Santa Maria Nova all’interno del Parco Archeologico dell’Appia Antica

Nel Museo di Roma in Trastevere una personale dell’artista romana costruita sul binomio fotografia-pittura

Nel Museo dell’Ara Pacis maschere, sculture, vasi, rilievi, mosaici, dipinti murali e strumenti musicali raccontano autori, attori e pubblico di una delle principali istituzioni dell’antichità: una vita parallela in cui la realtà si rispecchiava

L’ironia sostenuta dall’ingegno di Filippo Lippi e le bizzarrie del figlio Filippino in mostra a Roma ai Musei Capitolini

De Pisis a Palazzo Altemps | Guglielmo Gigliotti

De Pisis a Palazzo Altemps | Guglielmo Gigliotti