Dal film «Be leaf». © Michele Battilomo & Federica D’Anzi (Duet Studio)

Image

Dal film «Be leaf». © Michele Battilomo & Federica D’Anzi (Duet Studio)

A Monopoli si pensa al Futuro

Alla settima edizione del festival PhEST-See Beyond the Sea 20 progetti di fotografia internazionale nel centro storico della cittadina pugliese

Settimo anno per PhEST-See Beyond the Sea, festival internazionale di fotografia e arte ideato e diretto da Giovanni Troilo, in collaborazione con la curatrice Arianna Rinaldo, che dal 9 settembre all’1 novembre porta a Monopoli oltre 20 progetti dei più interessanti nomi della fotografia internazionale.

Sviluppato prevalentemente open air, il percorso del festival si dirama nel centro storico della cittadina pugliese offrendo spunti e prospettive sulla tematica scelta per questa edizione: Futuro.

Tra cambiamenti climatici, disastri ambientali, natura e artificio, nuove prospettive alimentari, indagini relative alla presenza online, simbiosi robotiche, algoritmi e intelligenze artificiali, più che su un tempo prossimo le proposte sembrano indagare maggiormente su un presente avveniristico ricco di ipotesi di sviluppo ma anche di deviazioni e di drammi forse ancora evitabili.

La programmazione prevede tre residenze artistiche, letture portfolio gratuite, una personale che corona il contest internazionale promosso insieme a LensCulture e Leica Akademie Italy e una mostra dedicata a Lisetta Carmi, realizzata in collaborazione con «Panorama», evento itinerante organizzato dal consorzio Italics, con fotografie inedite scattate dell’artista in Puglia, per festeggiarne la carriera con il conferimento dell’Italics d’Oro.

Dal film «Be leaf». © Michele Battilomo & Federica D’Anzi (Duet Studio)

Dal film «Ate ca tu». © Michele Battilomo & Federica D’Anzi (Duet Studio)

Dal film «Transhumance». © Michele Battilomo & Federica D’Anzi (Duet Studio)

Graziella Melania Geraci, 08 settembre 2022 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Nata a Tirana, ma da anni in Italia, la pittrice Iva Lulashi sviluppa nella mostra curata da Antonio Grulli un progetto ispirato alle teorie della rivoluzionaria pensatrice femminista russa Alexandra Kollontai

Nella Regio IX del Parco Archeologico scoperti raffinati affreschi che rimandano alla guerra di Troia

Nuovi spazi con un allestimento scenografico per i reperti delle ville romane del territorio stabiese insieme a una scuola di formazione e digitalizzazione

Il curatore Mahi Binebine ha dichiarato di aver speso «diverse decine di migliaia di euro» per garantire che il progetto fosse completato entro tre mesi. Ora sta pensando di presentare lo stesso progetto altrove

A Monopoli si pensa al Futuro | Graziella Melania Geraci

A Monopoli si pensa al Futuro | Graziella Melania Geraci