Da destra a sinistra, «Partenza» (2012) e «Giocoliere» (2012) di Wal.

Cortesia di ContemporaneaMente Gualdo Tadino

Image

Da destra a sinistra, «Partenza» (2012) e «Giocoliere» (2012) di Wal.

Cortesia di ContemporaneaMente Gualdo Tadino

Gualdo Tadino si apre all’arte contemporanea

Il borgo umbro ospita la prima edizione del festival ContemporaneaMente: dall’omaggio al gallerista Pio Monti alla nuova attribuzione di Vittorio Sgarbi

Il borgo di Gualdo Tadino (Pg) si inserisce nel panorama umbro dell’arte contemporanea con il primo festival ContemporaneaMente Gualdo Tadino dal 5 agosto al 7 gennaio 2024. Curata da Cesare Biasini Selvaggi e dalla direttrice del Polo museale Catia Monacelli, la manifestazione comprende sei mostre in più musei tra le quali risalta l’omaggio a un artefice della fervida stagione romana dagli anni Sessanta e Settanta, il gallerista Pio Monti, morto nel novembre scorso a 81 anni: la rassegna curata da Biasini Selvaggi «Pittura italiana contemporanea. Ultimi sessant’anni. Un percorso di ricerca “per mari e Monti”» raccoglie nella Chiesa di San Francesco oltre 40 dipinti di Jannis Kounellis, Sol LeWitt, Salvo, Luigi Ontani, Gino De Dominicis, Carlo Maria Mariani, Enzo Cucchi, Tano Festa e molti altri; «per mari e Monti» riprende un calembour di Alighiero Boetti presente in rassegna; contribuisce la Fondazione Cassa di risparmio di Perugia.

Stesse date e curatore per altre due mostre: alla Rocca Flea e al Parco «Il fantastico mondo di Wal. Giganti sculture, magici animali e bizzarre creature» propone sculture di Walter Guidobaldi, in arte Wal (1949). Con «L’altra metà della Scultura contemporanea: Licia Galizia, Veronica Montanino, Francesca Tulli» tre sedi museali accolgono un’opera di una delle tre artiste; collabora Sculture in campo-Parco di scultura contemporanea a Bassano in Teverina (Vt). 
In campo storico-artistico con «Il capolavoro ritrovato» Vittorio Sgarbi presenta la sua attribuzione di un dipinto della Pinacoteca civica a Pier Francesco Mola detto Il Ticinese (1612-66) e che era assegnato ad Antonio Gherardi; per lo storico dell’arte inoltre raffigura un «Filosofo in lettura», non Sant’Antonio abate. In programma anche una personale in più sedi di Marco Ercoli «Nei tuoi occhi» fino al 15 ottobre, laboratori, giornate di studio. Il festival è promosso dal Comune, dal Polo museale, fa parte del progetto Metu-Musei e Territori Umbria di Nord-Est. Il sito è www.polomusealegualdotadino.it

Stefano Miliani, 03 agosto 2023 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

La Corte Europea dei Diritti Umani di Strasburgo ha respinto il ricorso del Getty

Grazie a un finanziamento di 2 milioni di euro è in corso la riqualificazione del sito umbro, che comprende la necropoli del Palazzone, un Antiquarium, un laboratorio di restauro e uffici

La casa automobilistica ha finanziato con 300mila euro l’intervento sull’affresco della «Madonna in trono con Bambino, quattro angeli e san Francesco» nella Chiesa Inferiore: «Non sarà più necessario restaurarlo per cent’anni»

Gli interventi, ad opera degli allievi della Scuola di alta formazione dell’Icr, vengono realizzati nel Laboratorio di materiali lapidei a Matera. E su questa opera è uscito anche un libro

Gualdo Tadino si apre all’arte contemporanea | Stefano Miliani

Gualdo Tadino si apre all’arte contemporanea | Stefano Miliani