Image

Le incisioni rupestri de la Cueva de la Vila

Image

Le incisioni rupestri de la Cueva de la Vila

Scoperta una tra le migliori composizioni di arte astratta postpaleolitica del Mediterraneo

Oltre un centinaio di incisioni preistoriche, eccezionali sia per la loro unicità sia per l’ottimo stato di conservazione, sono state ritrovate in Spagna in una piccola grotta del sistema carsico de la Cueva de la Vila

Roberta Bosco

Leggi i suoi articoli

L’Institut Català de Paleoecologia Humana i Evolució Social (Iphes) ha annunciato una nuova scoperta: oltre un centinaio di incisioni preistoriche, eccezionali sia per la loro unicità che per l’ottimo stato di conservazione, sono state ritrovate in una piccola grotta del sistema carsico de la Cueva de la Vila, nel municipio di Febró, scavata negli anni Quaranta da Salvador Vilaseca Anguera (1896-1975) e di cui si era successivamente persa l’ubicazione.

La scoperta è stata effettuata dagli speleologi Julio Serrano, Montserrat Roca e Francesc Rubinat, sotto la direzione di Josep Vallverdú e con la collaborazione di Ramon Viñas, esperto di arte rupestre. Tutto sembra indicare che l’insieme sia  da annoverare tra le migliori composizioni di arte schematica astratta postpaleolitica sotterranea dell’intero arco mediterraneo. Su una delle pareti è stata individuata una serie di incisioni, lunga circa 8 metri, composta da diverse figure, ognuna con il suo significato e il suo simbolismo. Secondo Viñas, «questa composizione è assolutamente insolita e indica la cosmovisione delle popolazioni del territorio durante il processo di neolitizzazione».

Realizzato con strumenti di pietra o legno e direttamente con le dita l’insieme raffigura quadrupedi, linee, reticolati e anche una composizione che ricorda un idolo. Il tutto è stilisticamente omogeneo e presenta poche sovrapposizioni. L’équipe dell’Iphes sta lavorando per preservare la situazione climatica,  e definire l’età delle incisioni mediante luminescenza UV-Vis e datazione al radiocarbonio delle manifestazioni grafiche preistoriche.

Le incisioni rupestri de la Cueva de la Vila

Archeologi al’interno de la Cueva de la Vila

Le incisioni rupestri de la Cueva de la Vila

Le incisioni rupestri de la Cueva de la Vila

Archeologi al’interno de la Cueva de la Vila

Archeologi al’interno de la Cueva de la Vila

Roberta Bosco, 06 aprile 2023 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Il Comèdia sulla Gran Vía ospiterà la collezione privata della baronessa, con opere in particolare di artisti catalani

Un collezionista privato presta al museo di Madrid l’«Ecce Homo» che, dopo essere stato proposto in vendita come cerchia di Ribera, era stato riconosciuto come capolavoro del Maestro italiano

 

Il primo e unico direttore, Juan Ignacio Vidarte, si dimette dopo 32 anni alla guida del museo dei Paesi Baschi

A un secolo dalla sua nascita, lo scultore basco è ricordato da un’esaustiva retrospettiva nella sede iberica di Hauser & Wirth

Scoperta una tra le migliori composizioni di arte astratta postpaleolitica del Mediterraneo | Roberta Bosco

Scoperta una tra le migliori composizioni di arte astratta postpaleolitica del Mediterraneo | Roberta Bosco