Image

La fontana di Monte cavallo in piazza del Quirinale a Roma

Image

La fontana di Monte cavallo in piazza del Quirinale a Roma

Roma, un mecenate uzbeko per la fontana di Monte Cavallo

200mila euro dal magnate Alisher Usmanov per il restauro monumento in piazza del Quirinale

Federico Castelli Gattinara

Leggi i suoi articoli

Roma. Iniziato il restauro a settembre scorso, la Fontana di Monte Cavallo in piazza del Quirinale è stata inaugurata ieri sera, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca e del sovrintendente Claudio Parisi Presicce.

È uno dei tanti progetti messi in campo dalla Sovrintendenza capitolina grazie a atti di mecenatismo, elargizioni liberali di filantropi che nulla hanno a che vedere con le sponsorizzazioni. In questo caso l’intervento sulla fontana, assolutamente necessario date le sue pessime condizioni conservative, è stato finanziato con 200mila euro dal magnate uzbeko Alisher Usmanov, lo stesso del restauro della sala degli Orazi e Curiazi a Palazzo dei Conservatori in Campidoglio e del mega progetto da 1,5 milioni di euro di anastilosi della basilica Ulpia al Foro di Traiano.

La fontana decora una delle piazze più rappresentative della città e riunisce elementi di epoche molto diverse. Domenico Fontana alla fine del Cinquecento fece restaurare i due gruppi romani dei Dioscuri, li mise al centro della piazza, li ruotò verso il Palazzo del Quirinale e ci mise davanti una fontana. L’attuale sistemazione, con l’aggiunta di uno dei due obelischi della tomba di Augusto e di una fontana nuova con vasca circolare romana di granito proveniente dal Campo Vaccino, si deve a papa Pio VI ma fu conclusa solo 36 anni dopo, nel 1818, dall’architetto Raffaele Stern.

Il restauro ha sanato il degrado, giunto a livello critico soprattutto nella tazza superiore e nel piede di sostegno di granito, ha rimosso il calcare che ricopriva per intero il bacino inferiore in marmo bianco, ha rivisto integralmente gli impianti idrico e di illuminazione. Per l’occasione si è effettuata anche la manutenzione dei gruppi dei Dioscuri, con una leggera pulitura dalle patine biologiche e una ricognizione generale sul loro stato di salute. I lavori, diretti dalla Sovrintendenza, sono stati eseguiti dalla Ducale Restauro srl.

Articoli correlati:
Magnate uzbeko finanzia restauri a Roma


Gestione unificata dei Fori Imperiali, accordo tra Comune di Roma e Mibact

La fontana di Monte cavallo in piazza del Quirinale a Roma

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con il sovrintendente Claudio Parisi Presicce (a sinistra) e il commissario straordinario di ROma Francesco Paolo Tronca davnti alla restaurata fontana di Monte cavallo in piazza del Quirinale a Roma

Federico Castelli Gattinara, 01 aprile 2016 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Tra Foro Romano e Palatino sono stati ritrovati i resti di una lussuosa dimora con una sala per banchetti a forma di grotta e uno straordinario mosaico impreziosito con conchiglie, vetri e tessere blu egizio

Si inizia con l’enigmatico scultore ateniese. Altre due monografiche saranno dedicate a Prassitele e a Skopas

Stéphane Verger nel chiostro di Michelangelo ha fatto eseguire interventi su sette teste di animali antiche (quattro di età adrianea e tre rinascimentali) e ne ha commissionata un’ottava a Elisabetta Benassi

Lo scavo condotto dalla Soprintendenza speciale di Roma ha riportato alla luce strutture in laterizio e un sontuoso apparato decorativo riconducibili a una committenza di altissimo rango, quasi sicuramente imperiale

Roma, un mecenate uzbeko per la fontana di Monte Cavallo | Federico Castelli Gattinara

Roma, un mecenate uzbeko per la fontana di Monte Cavallo | Federico Castelli Gattinara