GIANFRANCO RAVASI

Da Paolo VI in poi la Chiesa cerca, a partire dall’architettura, di ristabilire l’antica alleanza con gli artisti (cercare «l’invisibile che si cela nel visibile» che auspicava Klee): non più solo il verum e il bonum, ma di nuovo anche il pulchrum

Il presidente del Pontificio Consiglio della Cultura cardinale Gianfranco Ravasi rivendica e sancisce il diritto e dovere dell’arte di rappresentare la bellezza della fede