Wirkkala finlandese rigoroso e Zuccheri friulano giocoso

A Le Stanze del Vetro 200 opere di due artisti protagonisti alla fornace Venini

Un’upupa di Toni Zuccheri
Carla Cerutti |  | Venezia

L’indagine sui collaboratori, noti e men noti, della storica fornace muranese Venini, condotta da alcuni anni a Le Stanze del Vetro dalla Fondazione Giorgio Cini onlus e da Pentagram Stiftung, prosegue dal 21 novembre al 13 marzo con due maestri e due mostre distinte: il finlandese Tapio Wirkkala e il friulano Toni Zuccheri (affidati alla competenza di Marino Barovier coadiuvato da Carla Sonego).

Ambedue affascinati dalla natura, hanno tradotto questo amore in maniera diversa: rigoroso ed essenziale Wirkkala, sperimentale e giocoso Zuccheri. Le 200 opere esposte racconteranno l’approccio alle tipiche lavorazioni muranesi dei due grandi artisti presenti in fornace Venini, sia contemporaneamente che in tempi diversi, soprattutto nella seconda metà degli anni Sessanta.

La filigrana, l’incalmo e la murrina vengono originariamente tradotti da Wirkkala in oggetti dal design nuovo e originale, come dimostrano i vasi Medusa, le famose Bolle (1966-67), le coppe e i bicchieri a Filigrana di Tapio, l’elegante serie dei Coreani e i piatti con grandi murrine. Il fantastico bestiario in vetro, presentato alla Biennale del 1964, ha legato indissolubilmente il nome di Zuccheri alla Venini con inediti tacchini e faraone in vetro e bronzo, anatre in vetro massello e stravaganti upupe dalle innumerevoli penne eseguite a caldo in vivacissime policromie.

A questo primo bestiario seguiranno alcune serie di vasi, progettati sulle possibilità della trasparenza, e nuovi vetri opachi, denominati Tronchi, Ninfee, Scolpiti, dalle intense colorazioni e dalla linea organica ispirata al mondo vegetale. Significativa anche la collaborazione di Zuccheri con Gio Ponti per la sperimentazione e realizzazione di Vetrate Grosse, caratterizzate dal grande spessore. Le mostre verranno corredate di due cataloghi monografici editi da Skira.

© Riproduzione riservata Alcune «Bolle» di Wirkkala. © Tapio Wirkkala, by Siae 2021
Calendario Mostre
Altri articoli di Carla Cerutti