Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Voci subsahariane

200 opere tra sculture, maschere, feticci e oggetti d’uso nell’Africa subsahariana

Una delle sculture in legno dipinto raffiguranti un serpente che sono in mostra

Pieve di Soligo (Tv). Esposte per la prima volta, duecento opere tra sculture, maschere, feticci e oggetti d’uso raccolti in oltre 35 anni di appassionata ricerca da parte di un collezionista privato offrono uno sguardo sull’Africa subsahariana.

Organizzata dall’associazione Venetoarte e allestita da Mario da Re nelle sale di Villa Brandolini a Soligo la mostra «Africa: uomini, spirito, materia» dal 9 marzo al 14 aprile riunisce lavori realizzati prevalentemente tra la fine del XVIII e la prima metà del XX secolo provenienti da diversi Paesi tra cui Benin, Burkina Faso, Camerun, Costa d’Avorio, Gabon, Mali, Guinea, Liberia, Repubblica Democratica del Congo, Niger, Nigeria, Togo. Manufatti e reperti di matrice tribale riconducono a etnie diverse (Baga, Bamana, Bamileke, Dogon, Grebo, Gurunsi, Kota, Igbo, Mossi, Senufo).

Tra questi, di notevole impatto una serie di sculture «Bansonyi-Amantsho-Nha-Atsol»in legno dipinto, alte circa due metri, rappresentanti un serpente, dell’etnia Baga, insediata all’interno del golfo della Guinea; alcune terrecotte Igbo di grandi dimensioni e feticci di diversa origine. Finalità della mostra: favorire, nell’attuale situazione politico-demografica, in cui si registra una crescente presenza di migranti provenienti dell’Africa subsahariana, una conoscenza, sia pur parziale, delle loro tradizioni e valori per costruire un rapporto positivo con quanti cercano nel nostro Paese una vita migliore. A corredo dell’esposizione, un ricco catalogo che accanto alle opere illustra storia, cultura e tradizioni dei Paesi rappresentati e di una quarantina di etnie.

Redazione, da Il Giornale dell'Arte numero 395, marzo 2019


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012