Un Campione di efficienza museale

Antonio Aimi |  | Lugano

Un «cervello in fuga» ha trasformato in 11 anni il Museo delle Culture. Ora fa profitti ed esporta mostre in tutta Europa, anche in Italia

Al Palazzo del Governatore di Parma è in corso fino al 5 giugno la mostra: «Giappone Segreto. Capolavori della fotografia dell’800». La rassegna, curata da Francesco Paolo Campione, direttore del Museo delle Culture di Lugano (Mcl), e da Marco Fagioli, offre l’occasione di approfondire la conoscenza delle opere della cosiddetta Scuola di Yokohama, la cui caratteristica risiedeva nel coniugare la fotografia, la forma artistica allora più all’avanguardia, con la tradizione delle arti grafiche giapponesi. L’elemento che caratterizza l’esposizione, tuttavia, non è costituito soltanto dalla presenza di 140 opere eccellenti realizzate tra il 1860 e il 1910, ma dal fatto che è l’ennesima mostra prodotta ed esportata presso altre sedi dal museo svizzero. Per essere precisi, con
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Antonio Aimi