Social network, quanto vi amano i musei

Il Festival del giornalismo culturale 2017 rivela la classifica su come si informano sul patrimonio culturale gli italiani. Facebook è sempre più usato ma servono professionisti veri. Le strategie della Galleria Nazionale delle Marche e dell’archeologico «Salinas»

Francesca Spatafora. Foto da Pinterest
Stefano Miliani |

Urbino-Pesaro-Fano. «Che cosa fanno gli italiani per informasi sulla cultura? La maggior parte, l’80%, cerca informazioni su viaggi, turismo e cibo, il 74% fa ricerche sul patrimonio culturale e un + 9% rispetto al 2014 . L’argomento viene cercato. Tutti gli interventi fatti, a partire dalla riforma dei beni culturali del ministro Dario Franceschini, indicano che c’è stata una spinta verso il patrimonio culturale, c’è un investimento maggiore sulla sua comunicazione del patrimonio». Tra gli arazzi della spaziosissima Sala del Trono nel Palazzo Ducale di Urbino la docente universitaria Lella Mazzoli tira le somme della ricerca da lei diretta «Informazione e patrimonio culturale. Come si informano gli italiani; come si comunicano i musei». La studiosa snocciola percentuali e dati frutto di un’indagine telefonica su un campione di 1.007 persone aprendo ufficialmente il quinto Festival del
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Lella Mazzoli Il cortile del Museo Archeologico Salinas di Palermo Peter Aufreiter a Urbino
Altri articoli di Stefano Miliani