Sicilia in due poli

Giusi Diana |  | Palermo

La Fondazione Sicilia (già Fondazione Banco di Sicilia) ha riaperto, alla presenza del presidente della Repubblica, il palermitano Sergio Mattarella, la sede di via Libertà con un nuovo ordinamento delle raccolte museali, firmato da Fernando Mazzocca e coordinato da Antonella Purpura, direttrice della Gam palermitana.

La neoclassica Villa Zito si presenta con un elegante allestimento di Corrado Anselmi trasformandosi in una Pinacoteca disposta su tre piani, con sala multimediale, sala conferenze, caffetteria e giardino aperto al pubblico, dopo la conclusione dei lavori di restauro diretti da Gaspare Francesco Ciaccio, costati cinque milioni di euro e durati diciotto mesi. «Si completa così il circuito degli spazi espositivi della Fondazione, aperto con il restauro di Palazzo Branciforte firmato da Gae Aulenti (cfr. n. 321, giu. ’12, p. 20) e chiuso a distanza di tre anni con l’inaugurazione proprio di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giusi Diana