Sepolture di sciamani

Antonio Aimi |  | Pacopampa

A Pacopampa, un sito del Formativo (2000-200 a.C) situato a 2.500 metri s.l.m. nella regione di Cajamarca l’archeologo giapponese Yuji Sekiin ha portato alla luce la «Tumba de los Sacerdotes de la Serpiente-Jaguar».

La sepoltura, inviolata, ha restituito i resti di due personaggi di élite, forse sacerdoti o sciamani, sepolti 2.700 anni fa in posizione fetale rivolti in direzioni opposte lungo l’asse nord-sud. Il primo aveva una collana molto elaborata, opera di orafi esperti, creata con conterie ovoidali in oro con motivi a «8» intrecciati per rappresentare un serpente in movimento. Sul cranio vi erano resti di cinabro, ematite, magnetite e malachite. Il secondo era stato sepolto con una terracotta nera raffigurante un serpente con testa di giaguaro.

Sempre a Pacopampa la stessa missione archeologica, finanziata con fondi del Giappone con l’Universidad Nacional Mayor de San Marcos, pochi giorni prima
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Antonio Aimi