San Martino depredato

 |  | Borzonasca (Ge)

Dai nostri inviati speciali, i lettori

Alice Signaigo

Il Comune in cui risiedo, Borzonasca, in provincia di Genova, vanta numerosi tesori naturali non valorizzati come dovrebbero: le sorgenti di acqua minerale, la Roccia dei Marziani, il Volto megalitico. Tra tutti, mi sta particolarmente a cuore la Chiesa di San Martino di Liciorno, la prima chiesa parrocchiale della località Prato Sopralacroce, immersa nella foresta in un ambiente molto suggestivo. Di origine romanica, è situata lungo l’antico cammino romano che dalla frazione di Zolezzi portava a Vallepiana. Fu eretta da monaci benedettini dell’Abbazia di Borzone durante l’XI secolo allo scopo di offrire ospitalità a viandanti e pellegrini poiché da qui passava la Via del Sale.

Purtroppo nei corso dei secoli è stata oggetto di vandalismo e predazioni (i vecchi del paese raccontano che le lastre di ardesia del tetto sono state portate via per
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata