Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia

Salgado premiato per la pace dagli editori tedeschi

«Il suo lavoro fotografico ci dà la possibilità di capire la Terra per quello che è: uno spazio vivente che non appartiene solo a noi e che perciò dobbiamo preservare»

Sebastião Salgado. © Yann Arthus-Bertrand

Francoforte (Germania). La notizia più inattesa dell’anno, almeno nell’ambito dei premi di letteratura: Sebastião Salgado si aggiudica i 25mila euro di cui è dotato il Friedenspreis des Deutschen Buchhandels, aggiungendo il proprio nome a un ricchissimo palmarès che vanta i più grandi intellettuali, scrittori del nostro tempo, dal 1950 a oggi.

Il Premio internazionale per la pace degli editori tedeschi viene consegnato nella Paulskirche in occasione della Fiera Mondiale del Libro di Francoforte, a intellettuali di prestigio internazionale che hanno saputo richiamare l’attenzione su zone del mondo in cui il processo di pace è stato travagliato o è ancora in fieri. La premiazione si svolgerà il 20 ottobre.

Che quest’anno la giuria abbia deciso di premiare il famoso fotografo nativo di Aimorés (Brasile, 1944) e da anni residente a Parigi ha stupito non poco: Salgado, così come il Dylan vincitore del Nobel per la Letteratura 2016, non è propriamente uno scrittore o un umanista in senso stretto.

Tuttavia la sua narrazione per immagini richiama alla giustizia sociale, al bisogno di pace, all’urgenza di una soluzione per la crisi climatica e la sopravvivenza del Pianeta. «Il suo lavoro fotografico, recita la motivazione, pubblicato in mostre e libri, si concentra sui popoli sradicati da guerre e disastri climatici, così come su quelli tradizionalmente radicati nel loro habitat naturale. Ciò consente a Sebastião Salgado di sensibilizzare le persone di tutto il mondo sul destino di lavoratori e migranti e sulle condizioni di vita delle popolazioni indigene. Salgado ci dà la possibilità di capire la Terra per quello che è: uno spazio vivente che non appartiene solo a noi e che perciò dobbiamo preservare».

Francesca Petretto, da Il Giornale dell'Arte numero 400, settembre 2019



GDA Abbonamenti 2020





GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012