Ritratti allo specchio

Jenny Dogliani |  | Torino

Lo specchio e il ritratto sono entrambi legati al tema della condizione umana, da sempre al centro dell’opera di Rosemarie Trockel (1952), protagonista del prossimo appuntamento del ciclo espositivo dedicato dalla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli al collezionismo. Intitolata «Riflessioni. Rosemarie Trockel e le collezioni torinesi», aperta dal 4 novembre al 26 febbraio e curata da Paolo Colombo, la mostra mette in relazione varie opere dell’artista tedesca con lavori da lei selezionati in alcuni musei torinesi. Mescolando cultura alta e popolare, la Trockel pone l’essere umano di fronte a se stesso, lasciandolo nudo e inerme al cospetto della propria coscienza, in una dimensione sospesa tra l’interpretazione psicologica, emotiva e sociologica.

La mostra è divisa in due sezioni: nella prima, dedicata al ritratto, disegni e dipinti come «Sibilla che legge» di AngeliKa Kauffmann (dalla
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Jenny Dogliani