Pittosculture e una cappella laica

Federico Florian |  | Milano

Da kaufmann repetto è in corso, fino al 12 novembre, una personale dell’artista americana di stanza a Los Angeles Dianna Molzan, dal titolo «Earthquake Weather». In mostra una nuova serie di dipinti che gioca sul legame, spesso arbitrario, tra gesto e significato.

Quella della Molzan (1972) è una sorta d’indagine semiologica condotta attraverso la superficie pittorica. «Attribuire in modo erroneo una causa a un effetto, o scoprire un nesso o un significato in contingenze casuali e prive di senso succede spesso nella vita, e in particolare in questi dipinti», afferma l’artista.

Autrice di dipinti-sculture che rompono la convenzione del quadro come superficie piana, la Molzan complica le proprie tele inserendo elementi tridimensionali quali mensole e ripiani, o riducendo il supporto del dipinto a una griglia geometrica: una meditazione sul senso profondo del medium pittorico e sulle sue specificità.

La
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Federico Florian