Paesaggio con veline, amache e paillette

Silvano Manganaro |  | Roma

Era molto attesa una personale di Bruna Esposito da Stefania Miscetti: un «matrimonio» che nasce, forse, da un’affinità di spirito e di visione (sino alla fine di giugno) con «Allegro non troppo» l’artista romana (1960) si appropria dello spazio di via delle Mantellate dando vita a un’installazione di grande fascino.


Variopinte amache appese da un parte all’altra della galleria sono affiancate ad elementi quali aghi di pino, catrame ecc.; una catalizzazione dello spazio che trasforma l’opera della Esposito in qualcosa da vivere più che da osservare. Novità nel lavoro dell’artista è l’inaspettata scoperta del colore, avvenuta pochi mesi fa proprio con la realizzazione di queste amache per la XIII Biennale di Cuenca in Ecuador. Presenti in mostra, inoltre, una serie di lavori realizzati utilizzando le veline che servono ad avvolgere le arance; un materiale che affascina l’artista fin
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Silvano Manganaro