Natura morta con Mickey Mouse

Lia Rumma espone sino a fine di luglio opere di Haim Steinbach (1944), raccolte sotto il titolo «Lemon Yellow»

Olga Scotto di Vettimo |  | Napoli

L’artista, israeliano di nascita ma trasferitosi a New York dal 1954, realizzò la sua prima personale europea proprio nella galleria napoletana nel 1987. Partendo da profili metallici e da pannelli colorati in cartongesso, Steinbach sottolinea i loro rapporti con lo spazio della galleria e ne verifica la validità con l’allestimento a parete di altri oggetti. Alcuni di questi, disposti in teche e selezionati tra quelli dati in prestito dai suoi collezionisti, vengono messi in relazione con altri, scelti dall’artista perché richiamano una sensazione o una suggestione cromatica, riferibile anche agli oggetti nuovi, provenienti dalle abitazioni di chi colleziona le sue opere: tra questi l’opera di Joseph Beuys «Capri Battery», da cui prende il nome la mostra e un Mickey Mouse.

Già dalla fine degli anni Settanta Steinbach lavora alla disposizione su mensole di oggetti, soprattutto di uso
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo