Leonardo scienziato e sperimentatore

Le Scuderie del Quirinale rendono omaggio al genio del maestro

Un foglio (f 30 verso) dal Codice Atlantico di Leonardo da Vinci. Milano, Veneranda Biblioteca Ambrosiana-Pinacoteca
Francesca Romana Morelli |  | Roma

Dal 13 marzo al 30 giugno le Scuderie del Quirinale celebrano il cinquecentenario della morte di Leonardo (1452-1519) con una mostra, «Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza», curata da Claudio Giorgione, del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano (Must), coadiuvato da un comitato scientifico presieduto da Pietro Marani, e organizzata in collaborazione con il Must e la Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano.

A rendere omaggio al genio leonardesco, come si sa, non è solo l’Italia: la Francia, dove l’artista visse nell’ultimo periodo della sua vita, è il Paese che nelle celebrazioni ha investito i fondi più consistenti. In realtà il taglio tematico della mostra romana non risulta così originale; con le celebrazioni leonardesche le mostre si sono moltiplicate, e solo in Italia sono oltre un centinaio gli eventi, ma questa delle Scuderie del Quirinale è una sorta di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli