La storia estone sulla rampa di lancio

Il Museo Nazionale Estone aperto il primo ottobre e realizzato dallo studio parigino Dgt (Dorell Ghotmeh Tane) sorge su un’ex base militare sovietica

Nicola Pirulli |  | Tartu

Premiato a maggio alla Biennale di Venezia con il Grand Prix Afex 2016, il Museo Nazionale Estone si è aperto il primo ottobre. Realizzato dallo studio parigino Dgt (Dorell Ghotmeh Tane) sorge su un’ex base militare sovietica, a testimonianza di un passato doloroso dal quale il Paese si è staccato, ma che non vuole rimuovere. Il tetto dell’edificio (34mila mq) costituisce il proseguimento di una pista di atterraggio mentre le pareti sono in parte a contatto con la terra circostante, da cui traggono l’umidità necessaria per mantenere costante la temperatura interna a beneficio dei 140mila oggetti della collezione.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Nicola Pirulli