Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

La Francia riavvia le aste dal vivo

Il lockdown sembra aver affinato l'appetito degli acquirenti

Robert Combas, «Compagneros catcheros ! Putain de Dios ! Edenteros !» (particolare) (2001), stima 30-50mila euro. Cortesia di Piasa

Le case d'asta parigine sono state riaperte con un numero limitato di visitatori e un aumento delle misure sanitarie. Tuttavia, nonostante queste condizioni, la risposta dei clienti è stata generosa, come suggeriscono i risultati della prima vendita post lockdown di Artcurial. La vendita di arredi, Art Déco e Design del XX secolo che la casa d'aste francese ha tenuto il 19 maggio ha totalizzato un milione di euro, più del doppio della sua stima di 464mila, con l'87% dei lotti venduti.

Il design ha funzionato particolarmente bene, guidato da una coppia di tavoli Marguerite in bronzo patinato marrone di Hubert Le Gall che è salita oltre la stima di 8-12mila euro fino a 33.800. I clienti potevano visualizzare i lotti solo su appuntamento ed effettuare ordini online, per telefono o tramite ordini scritti. Ma una decina di sedie erano state predisposte in sala per intrepidi collezionisti desiderosi di partecipare di persona, muniti di gel igienizzante e maschere.

«L'appetito degli acquirenti non è diminuito durante il blocco ma si è persino acuito, afferma Sabrina Dolla, specialista di Artcurial in Design e Art Deco. L'offerta era stata interrotta bruscamente, il mercato sospeso, ma non la domanda. I servizi telefonici e live si sono dimostrati molto efficienti durante la nostra prima asta post lockdown, con oltre 400 persone iscritte all'offerta live».

Christie's terrà tre vendite nei prossimi giorni: «The Collector: Le Goût Français interiors» oggi, «Libri rari e manoscritti» e «Disegni antichi e del XIX secolo» domani. Il numero di visitatori sarà controllato e le indicazioni sul pavimento indicheranno le distanze da mantenere. All'ingresso sono stati installati scudi in plexiglas e saranno fornite maschere, nonché guanti per coloro che desiderano toccare gli oggetti.

«Lo scorso giovedì il Conseil des Ventes Volontaires (l'organizzazione che rappresenta le case d'aste in Francia, Ndr) ha ottenuto un accordo dal Governo secondo cui le case d'aste potevano riaprire al pubblico con più di dieci persone, a condizione che fosse mantenuta la distanza di un metro e che fossero indossate le maschere, ha dichiarato Cécile Verdier, presidente di Christie's France. Ciò significa che possiamo essere aperti, non solo su appuntamento. Il giorno di riapertura sono arrivate 60 persone che erano felici di vedere nuovamente l'arte di persona e non più solo online». Per quanto riguarda l'impatto del Covid-19 sulla riluttanza di alcune persone a visitare le case d'aste, ha aggiunto: «Il 50% delle persone che acquistano nelle nostre vendite lo fanno senza vedere gli oggetti, e questo avveniva già molto prima del blocco».

Nel frattempo, Piasa terrà la sua prima vendita fisica di Arte moderna e contemporanea giovedì 28 maggio. Sono state inoltre adottate misure sanitarie per l'osservazione secondo la guida del Ministero della salute francese. Sotheby's Paris terrà la sua prima vendita fisica di gioielli il 10 giugno. Le sale espositive saranno aperte solo su appuntamento.

Anna Sansom, edizione online, 26 maggio 2020


  • Antoni Tàpies, «Untitled», 1980 ca, stima 18-25mila euro. Cortesia di Piasa

GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012