La fotografia sulla scena del crimine

Walter Guadagnini |

Parigi. Prima o poi doveva succedere: ecco la «prima mostra senza opere e senza artisti», come recita l’incipit del comunicato stampa emesso da Le Bal per annunciare «Immagini a carico. La costruzione della prova attraverso l’immagine» che si apre il 4 giugno, a cura di Diane Dufour (fino al 30 agosto, catalogo Xavier Barral/Le Bal, con i contributi di diversi studiosi; la mostra è organizzata in collaborazione con la Photographer’s Gallery di Londra, dove sarà dal prossimo ottobre a gennaio 2016 e con il Nederlands Fotomuseum di Rotterdam, maggio-agosto 2016). Al di là delle facili ironie, la mostra si presenta come estremamente interessante: attraverso 11 casi di studio, viene presentata al pubblico la storia della fotografia forense e di tutti gli utilizzi della fotografia in chiave di prova, testimonianza, legale, storica e sociale. Dalla nascita di queste pratiche con il metodo Bertillon
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Walter Guadagnini