Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

La collezione Longhi ai Capitolini

Nel cinquantenario della morte la figura dello studioso, collezionista e artefice della riscoperta novecentesca di Caravaggio

Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, «Ragazzo morso da un ramarro» (1597 ca), particolare, Firenze, Fondazione di Studi di Storia dell'Arte Roberto Longhi

Prevista nel mese di marzo e mai inaugurata a causa del lockdown, ha finalmente aperto al pubblico, nei Musei Capitolini, la mostra «Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi». Visibile sino al 13 settembre, l’esposizione ricorda la figura di Roberto Longhi, nel cinquantenario della morte, come studioso, collezionista e in particolare artefice della riscoperta novecentesca di Caravaggio.

Centro tematico e iconografico dell’esposizione è l’olio su tela «Ragazzo morso da un ramarro», dipinto nel 1597 circa dal Merisi e acquistato dallo studioso alla fine degli anni Venti. Intorno ad esso, oltre quaranta opere della cerchia caravaggesca che Longhi raccolse al Tasso, la villa fiorentina abitata insieme alla moglie Anna Banti, oggi sede della Fondazione allo storico dell’arte dedicata.

Ed è proprio la direttrice scientifica della Fondazione, Maria Cristina Bandera, a curare la mostra che vede esposti, nelle sale di Palazzo Caffarelli, dipinti di Jusepe de Ribera, Battistello Caracciolo, Matthias Stomer, Giovanni Lanfranco, Angelo Caroselli, e la straordinaria «Negazione di Pietro» (1615-17) di Valentin de Boulogne, tutti chiamati a testimoniare l’inesausta ricerca di Longhi sulla pittura di matrice caravaggesca.

Una ricerca e una passione che conobbero un precoce inizio, quando, appena ventunenne, nel 1911, Longhi si laureò con Pietro Toesca dedicando la propria tesi al pittore lombardo, che definì «il primo dell’età moderna».

Arianna Antoniutti, da Il Giornale dell'Arte numero 409, luglio 2020



GDA Abbonamenti 2020





GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012