In primavera a Napoli in San Pietro Martire

Si è conclusa la prima parte del restauro della chiesa di fondazione angioina

La chiesa di San Pietro Martire a Napoli
Olga Scotto di Vettimo |  | Napoli

San Pietro Martire sorge a ridosso della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Federico II, che è ospitata proprio all’interno del chiostro un tempo appartenente all’edificio di culto. Di fondazione angioina, la chiesa ha subito diversi interventi, i più significativi dei quali alla metà dei secoli XVII e XVIII. Chiusa dal 2010, è stata sottoposta di recente a interventi di restauro e rifunzionalizzazione nell’ambito del Grande Progetto centro storico di Napoli, valorizzazione del sito Unesco.

A fine ottobre si è conclusa la prima parte del restauro che ha interessato la facciata, le coperture e il campanile, parte degli interni, la sacrestia e il cosiddetto Conventino. Occorrerà attendere la prossima primavera per il completamento dei lavori. Nell’interno sono state restaurate le sculture, i marmi, le tele e gli stucchi settecenteschi. I danni più significativi sono imputabili a
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo