Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Il magnifico regalo di Tim: apre il mausoleo di Augusto

La fondazione della società telefonica ha contribuito con 6,5 milioni, Comune e Mibact con 4,3

Render della veduta aerea del Mausoleo di Augusto e dell'area circostante

Roma. Dopo 70 anni di oblio e promesse non mantenute, una sorpresa attesa da decenni: l’inaugurazione, la prossima primavera, del Mausoleo d’Augusto, la monumentale (87 metri di diametro e 45 di altezza) sepoltura che il primo imperatore romano commissionò nel 28 a.C. Ad annunciarlo uno spot sulle tv nazionali della Fondazione Tim che ha sostenuto i lavori (13mila i metri quadrati di muri restaurati) con 6,5 milioni di euro aggiunti ai 4,275 investiti dal Comune e dal Mibact.

Nella prima metà del Novecento il mausoleo è stato la più grande sala sinfonica del suo tempo, dall’acustica perfetta, dove si esibivano Toscanini e Mahler. I lavori sono a buon punto sulla sommità, dove si stanno adagiando enormi marmi, mentre alla base si intravede lo spettacolare giardino all’italiana ispirato a quello realizzato nel 1500 da Francesco Soderini, con il grande belvedere che offre una vista spettacolare sul cuore di Roma.

Intorno si sta attrezzando una passeggiata archeologica. Il progetto è di Francesco Cellini che nel 2006 ha vinto il concorso internazionale bandito dal Campidoglio al tempo del sindaco Walter Veltroni. Piazza Augusto Imperatore, ancora sconnessa, diventerà un anfiteatro con una scalinata che salirà dal mausoleo all’Ara Pacis.

Tina Lepri, da Il Giornale dell'Arte numero 405, febbraio 2020


  • Veduta del Mausoleo di Augusto a Roma

GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012