Il bello di Courbet

A Palazzo dei Diamanti il padre del realismo, dopo 50 anni dall’ultima grande mostra italiana

Gustave Courbet, «L’uomo ferito», 1844-54, olio su tela, Parigi, Musée d’Orsay
Elena Franzoia |  | Ferrara

Dal 22 settembre al 6 gennaio Palazzo dei Diamanti ospita la grande mostra «Courbet e la natura», curata da Dominique de Font-Réaulx, Barbara Guidi, Maria Luisa Pacelli, Isolde Pludermacher e Vincent Pomarède. «La mostra si inserisce in un progetto pluriennale focalizzato sulla valorizzazione di artisti dell’Ottocento e Novecento che hanno rappresentato una rivoluzione destinata a segnare profondamente l’arte successiva, spiega Maria Luisa Pacelli, direttrice di Palazzo dei Diamanti. L’ultima grande mostra italiana dedicata a Courbet fu quella, curata tra gli altri da Palma Bucarelli, realizzata nel 1969 a Roma presso Villa Medici. La nostra proposta si compone di una cinquantina di opere provenienti da muse internazionali e si rivolge a un target molto ampio, trattandosi di un progetto di qualità rivolto al grande pubblico che non dimentica però il mondo degli studiosi e degli
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Franzoia