Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

I direttori di museo collaborano con Frieze NY

L'Italia è presente con Artiaco, Cardi, De Carlo, Lorcan O’Neill, P420 e Veda

«The Self Mutilation Bootleg 2 (The Open Grave)», 1988-2003, di Steven Parrino. © Gagosian

New York. Una sezione dedicata all’arte latinoamericana  («Diálogos») e un omaggio a Just Above Midtown (JAM), l’organizzazione non profit fondata ad Harlem nel 1974 da Linda Goode Bryant per dare spazio ad artisti afroamericani sono fra le principali novità di Frieze New York.

Confermata la sede, il padiglione eretto a Randall’s Island Park, dove la mostra mercato si svolge dal 2 al 5 maggio: mercato sì, però «garantito» da un «unprecedented number of collaborations with leading museum directors» spiega l’organizzazione, nella curatela delle sezioni (Daniel Birnbaum, ad esempio, curerà «Electric», incentrata sugli artisti che usano nuove tecnologie).

Il tema di «Spotlight», settore dedicato a mostre monografiche, è quest’anno il disegno (in questo, però, è arrivata prima Artissima sotto la direzione di Ilaria Bonacossa). In un parterre in cui non mancano superstar come Hauser & Wirth, Gagosian e Zwirner in testa, l’Italia si inserisce con Artiaco, Cardi, De Carlo, Lorcan O’Neill, P420 e Veda.

Redazione, da Il Giornale dell'Arte numero 396, aprile 2019



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012