Giorno per giorno nell’arte | 29 novembre 2023

La guerra Russia-Ucraina si combatte anche sui beni culturali • I marmi del Partenone causano frizioni tra i Governi britannico e greco • Sotheby’s a New York cede la metà dei suoi spazi alla Cornell University • Ritrovata Zippalanda, l’antica città santa degli Ittiti? • Quanto ha perso Roma con la sconfitta su Expo Roma 2030 • La giornata in 11 notizie

«Il Mattino» (19994), di Salvo (particolare). © Christie’s
Redazione |

La guerra Russia-Ucraina si combatte anche sui beni culturali
Una quantità di reperti sciti in oro provenienti da alcuni musei della Crimea sono stati spediti a Kiev, dopo un’annosa disputa legale sulla loro titolarità. Le opere, che erano state esposte in una mostra del 2014 all’Allard Pierson Museum di Amsterdam, sono arrivate il 27 novembre al Museo dei Tesori Storici dell’Ucraina. Il trasferimento era stato ordinato lo scorso giugno della Corte Suprema olandese: era stato decretato che gli oggetti facevano parte del patrimonio nazionale ucraino e non appartenevano alla Crimea, annessa alla Russia. I musei della Crimea controllati da Mosca hanno contestato per quasi un decennio questa affermazione nei tribunali olandesi. L’«oro di Scizia», come viene spesso chiamato, «appartiene alla Crimea e deve rimanere là», ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry S. Peskov ai giornalisti durante la conferenza stampa di lunedì, secondo quanto riportato dai media russi Interfax. [Sophia Kishkovsky]

I marmi del Partenone causano frizioni tra i Governi britannico e greco
Il primo ministro britannico, Rishi Sunak, è coinvolto in una disputa sui marmi del Partenone dopo aver annullato l’incontro con il primo ministro greco previsto per il 28 novembre. All’inizio della settimana, il leader greco Kyriakos Mitsotakis ha dichiarato alla Bbc che durante la sua visita a Londra avrebbe continuato a fare pressioni per un accordo di partnership sulle statue del V secolo a.C. conservate al British Museum. Alexander Herman, autore di The Parthenon Marbles Dispute: Heritage, Law, Politics (Bloomsbury Publishing), ha dichiarato alla nostra testata sorella, «The Art Newspaper»: «È davvero spiacevole che un incontro programmato da tempo tra due primi ministri sia stato cancellato in questo modo all’ultimo minuto, apparentemente per l’annosa disputa sui marmi. Se questo è vero, la disputa è stata ora spinta a un livello completamente nuovo». [Gareth Harris]

Sotheby’s a New York si «restringe»: cede la metà dei suoi spazi alla Cornell University e alla sua scuola medica

La casa d’aste Sotheby’s sta per cedere circa la metà dello spazio della sua sede storica a Manhattan, nell’ambito di un cambiamento strategico del suo patrimonio immobiliare. La scuola medica Weill Cornell Medicine e il settore ricerche della Cornell University a New York ha dichiarato che prenderà in affitto 18.600 metri quadrati al 1334 di York Avenue, dagli anni Ottanta tradizionale sede newyorkese di Sotheby’s. L’ente medico prenderà possesso di cinque piani dell’edificio (dal quinto al nono), sostituendo le gallerie di esposizione d’arte con laboratori medici che si occupano di neuroscienze, di cancro e di malattie femminili. [Redazione]

Ritrovata Zippalanda, l’antica città santa degli Ittiti?
Il sito archeologico nei pressi dell’attuale Uşaklı Höyük in Anatolia Centrale potrebbe essere la mitica, tanto cercata e per ora introvabile Zippalanda, l’antica città santa degli Ittiti, centro del culto a un potente dio della tempesta, sede di un santuario e di una residenza reale citata in diverse feste a cui prendeva parte il re. Appena conclusa, la sedicesima campagna della missione archeologica italiana in Turchia, guidata dall’Università di Pisa, ha fatto emergere nuovi elementi sull’uso rituale delle strutture di epoca ittita ritrovate nella zona nord di Uşaklı, proprio intorno a una singolare struttura circolare rinvenuta nel 2022. [Avvenire]

Quanto ha perso Roma con la sconfitta su Expo Roma 2030
Il valore complessivo dell’impatto economico generato da Expo Roma 2030 per l’Italia sarebbe ammontato a 50,6 miliardi di euro, tra cui 18,2 miliardi di effetto economico indiretto a breve e 10 miliardi di effetto economico diretto, tra investimenti pubblici e privati e dei partecipanti. Erano previste presenze per 30 milioni, erano state calcolate in 11mila le nuove aziende che sarebbero state generate e in 300mila i posti di lavoro creati. La candidatura di Roma ha però ottenuto solo 17 voti, contro i 199 di Riad (Arabia Saudita), la vincitrice,  e i 29 della seconda classificata, Busan (Corea del Sud). La decisione è stata presa ieri in Francia, a Issy-les-Moulineaux, nel cui Palazzo dei Congressi si sono riuniti i delegati del Bureau International des Expositions (Bie): hanno votato in 165 su 182.[Il Sole 24Ore]

Nuovo record d’asta per Salvo, a oltre 1 milione di euro

Il 28 novembre, da Christie’s a Hong Kong, «Il Mattino» (1994), un’opera di grande formato (circa due metri per tre) di Salvo (Leonforte, En, 1947-Torino, 2015) ha superato per la prima volta la soglia del milione di euro. L’opera, che era stimata tra 1,8 e 2,8 milioni di dollari di Hong Kong (HKD), è salita fino a una cifra di 8,96 milioni di HKD, corrispondenti a 1,01 milioni di euro, nuovo record d’asta per l’artista italiano. [Redazione]

In Santa Croce a Firenze un riallestimento, un’audioguida arricchita e un nuovo punto informazioni
Il complesso di Santa Croce a Firenze ha presentato alcune novità per i visitatori. È stato creato un nuovo punto di accoglienza all’ingresso, che permetterà di ottenere le informazioni necessarie per visitare il complesso e per scoprire le sue attrazioni principali. È stato realizzato un restyling dell’allestimento del Cenacolo e della Cappella Cerchi, che è stata riaperta al pubblico per raccontare la storia di san Francesco e i luoghi legati al suo insegnamento. Tra le novità c’è anche l’arricchimento dell’audioguida per i visitatori, che ora include numerosi riferimenti alle vie di Francesco in Toscana e alle storie dei pellegrinaggi. [Redazione]

Accordo tra Galleria dell’Accademia di Firenze e Scuola Imt Alti Studi di Lucca per un dottorato triennale con borsa di studio

La Galleria dell’Accademia di Firenze e la Scuola Imt Alti Studi Lucca hanno stipulato un accordo per la realizzazione di un progetto congiunto per co-finanziare un percorso triennale di dottorato, inclusivo di borsa di studio, nell’ambito del curriculum in «Museum Studies» del programma in «Cognitive and Cultural Systems». La vincitrice della prima borsa di dottorato è Ester Tronconi. La dottoranda sarà impiegata in attività di studio e ricerca inerente ai dipinti appartenenti alle collezioni della Galleria dell’Accademia di Firenze, con l’obiettivo di occuparsi, attraverso la tesi, della redazione e della pubblicazione del quarto volume dei cataloghi scientifici della Galleria dell’Accademia, dedicato alla pittura del Quattrocento. Il progetto di ricerca sarà svolto in coordinamento con il personale scientifico del Museo, che si riserva la cura generale dell’intero catalogo. [Redazione]

Due artigiane contemporanee premiate ad Amburgo con il Justus Brinckmann Award
Ad Amburgo il 28 novembre sono stati assegnati due premi ad artigiani contemporanei: il Justus Brinckmann Award è stato conferito a Veronika Beckh. Il premio, che ogni anno premia una personalità di spicco dell’arte e dell’artigianato contemporaneo, consiste in una somma di 7.500 euro. La giuria ha inoltre deciso di assegnare il premio «New Generation» ad Alexandra Stein. Il premio è rivolto a una figura emergente del settore e consiste in una somma di 2.500 euro. [Redazione]

A Torino la presentazione di un libro di Salvatore Italia, «I valori del beni culturali»
A Torino il 2 dicembre alle 20.30 l’Auditorium Vivaldi della Biblioteca Nazionale ospita la presentazione del volume I valori dei beni culturali di Salvatore Italia, a cura della Società Dante Alighieri-Comitato di Torino, con la collaborazione degli Amici della Biblioteca Nazionale. Alessandro Masi, segretario generale della Società Dante Alighieri, e Giovanni Saccani, presidente del Comitato torinese, dialogano con l’autore per ripercorrere la storia delle politiche di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e artistico italiano. Salvatore Italia, protagonista di primo piano nel Ministero dei beni culturali e ambientali sin dal 1975 con Giovanni Spadolini, da diversi anni è Soprintendente ai conti della Società Dante Alighieri. [Redazione]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione