Finanza creativa e metafisica barocca

Il collettivo Claire Fontaine e de Chirico a Palazzo Ducale

Giulia Gelmini, Ottone Groppi |

Genova. Nella città riconosciuta per un’identità strettamente legata al flusso economico sin dall’istituzione di uno dei primi istituti bancari al mondo, è allestita una personale di Claire Fontaine, curata da Anna Daneri e aperta dall’8 marzo al 5 maggio alla Loggia degli Abati di Palazzo Ducale.

Claire Fontaine è un collettivo artistico nato nel 2004 che ha dedicato una particolare attenzione all’analisi delle dinamiche del capitalismo e dell’economia. In mostra è presentata una selezione di opere che, tenendo come punto di riferimento il 1407, anno di nascita della Casa delle compere e dei banchi di San Giorgio, riflettono sulla frugalità e l’importanza del denaro per la storia dell’uomo.

Grazie al dialogo tra lavori pittorici, sculture e installazioni sono messe in evidenza delle frasi visive che si intrecciano lungo il percorso espositivo. Tra le opere esposte, i «Secret Money
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata