Ezio Pagano, il gallerista amico di Guttuso

Un'opera di Salvatore Scarpitta in mostra
Giusi Diana |

Agrigento. Dopo la mostra dedicata nel 2013 a Nino Soldano, le Fam Fabbriche Chiaramontane proseguono il ciclo Vite da gallerista con la mostra dedicata ad un’altra figura centrale nella promozione dell’arte contemporanea siciliana, Ezio Pagano. Il gallerista amico di Renato Guttuso che nel 1968 aprì la sua prima galleria a Bagheria, cittadina che diede i natali al pittore siciliano, e che negli anni Novanta decise di aprire al pubblico la sua collezione istituendo Museum Osservatorio dell’arte contemporanea in Sicilia, un pionieristico museo privato, dedicato a storicizzare gli artisti siciliani del XX secolo, tra protagonisti indiscussi a livello internazionale, comprimari e artisti noti a livello nazionale o regionale. Una imprescindibile operazione di archiviazione della produzione artistica siciliana salutata con favore da personalità come Palma Bucarelli e Gillo Dorfles.

La mostra di Agrigento
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Un'opera di Carla Accardi in mostra
Altri articoli di Giusi Diana