Caravaggio riprodotto

Giusi Diana |  | Palermo

Nell’Oratorio barocco di San Lorenzo il 12 dicembre alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, una sofisticata riproduzione della «Natività con i Santi Lorenzo e Francesco d’Assisi» è stata collocata nella cornice originale, al posto della celebre tela di Caravaggio, tagliata dal suo supporto e trafugata nel 1969, su probabile commissione mafiosa (diversi pentiti di mafia hanno rilasciato contraddittorie rivelazioni sul suo destino). Una cerimonia di inaugurazione dal valore etico ed estetico, essendo una delle dieci opere d’arte rubate più ricercate al mondo. 

Ha preso il suo posto, tra i candidi stucchi di Giacomo Serpotta, una fedelissima riproduzione, un facsimile in tela e pigmenti ad olio, che ha rimaterializzato la Natività, con i segni del tempo sulla superficie e l’inconfondibile chiaroscuro di Caravaggio. A realizzare il «miracolo» è stata Factum Arte, società spagnola non
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giusi Diana