Artisti e artistoidi

Nicole Eisenman, «Guy Racer», 2011. Courtesy Susanne Vielmetter Los Angeles Projects. Photo: Robert Wedemeyer
Lucio Pozzi |

La veterana critica del New York Times, Robert Smith, fa notare che dei 17 artisti (Richard Aldrich, Joe Bradley, Kerstin Brätsch, Matt Connors, Michaela Eichwald, Nicole Eisenman, Mark Grotjahn, Charline von Heyl, Rashid Johnson, Julie Mehretu, Dianna Molzan, Oscar Murillo, Laura Owens, Amy Sillman, Josh Smith, Mary Weatherford, and Michael Williams) della mostra «The Forever Now» al MoMA fino al 5 aprile, nove sono donne e si compiace dell’eccezionalità del fenomeno. Nota anche però che quasi tutti gli artisti più avanti in età sono donne mentre tutti i giovani sono uomini. Le donne sono state pioniere della persistente fiducia nella pittura applicata a mano su superfici oppure sono gli uomini coloro che hanno l’impeto commerciale di trascinare un riciclo del mercato? Qualcuno dichiara morta la pittura con cicli simili a quelli della finanza, ogni otto anni circa. Ma se il mercato può far
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Lucio Pozzi