Antiquari di alta epoca

Stefano Luppi |  | Bologna

Antichità all’Oratorio presenta dal 7 al 21 ottobre la rassegna «Unici», composta da una quindicina di pezzi tra i quali svettano in particolare tre Madonne con il Bambino, sculture inedite, databili tra l’XI e il XVI secolo. Il primo pezzo, ormai praticamente privo della originaria policromia, è di impianto romanico e mostra tutti i caratteri in uso tra il l’XI e il XIII secolo.

La Vergine è raffigurata in trono e regge saldamente tra le ginocchia il piccolo Gesù: l’artista non denota particolari coinvolgimenti emotivi tra le due figure sacre e il Bambino è presentato come Salvator Mundi, mentre i grandi occhi sgranati della Vergine inducono timore e invito all’espiazione dei propri peccati.

Completamente differente, lungo il percorso predisposto dagli antiquari Rosalia e Giuliano Gaggioli, è la seconda scultura: la plastica in stucco policromo e dorato («Madonna con il Bambino protetto nel velo») è
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi