Al cinema

Olga Scotto di Vettimo |  | Salerno

La Galleria Paola Verrengia, nonostante operi in una città che da tempo subisce vicende alterne tra le istituzioni e l’arte contemporanea, svolge un lavoro molto apprezzato in ambito nazionale e internazionale che le consente di smarcarsi dall’isolamento culturale cui il territorio la costringerebbe.

Il 18 dicembre inaugura «Schermi rubati». Curata da Lea Mattarella, è una riflessione sul rapporto di reciprocità tra cinema e arti visive e su ciò che accade quando un linguaggio ne condiziona un altro e lo trasforma rendendo lo scambio una nuova opportunità di visione del mondo. Il titolo riecheggia quello del film «Baci rubati» del 1968 di François Truffaut.

«Ogni disciplina, afferma la curatrice che condivide con la gallerista la passione per il cinema, prende e ruba dalle altre perché è impossibile, soprattutto nel campo artistico, navigare senza connessioni con gli altri ambiti». Il
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo