A Loreto aviatori e pellegrini

Due eccellenze museali: il Museo Pontificio della Santa Casa e il Museo Storico Aeronautico

Arazzo raffaellesco nel Museo Pontificio di Loreto. © Ugo Bogotto per Delegazione Pontificia
Stefano Miliani |  | LORETO (AN)

Il Giubileo lauretano «Maria Regina et Janua Coeli» terminerà, salva la possibilità di proroghe, il prossimo 10 dicembre 2020. Meta da sempre dei classici pellegrinaggi mariani, Loreto conta due raccolte museali. Nel Palazzo Apostolico progettato da Donato Bramante, il Museo Pontificio della Santa Casa custodisce arazzi, corredi, ceramiche da farmacia e nove tele di Lorenzo Lotto (1480-1556) datate dal 1549 in poi. L’artista trascorse a Loreto gli ultimi anni di vita, facendosi «oblato» della Santa Casa nel 1554.

La collezione comprende dipinti rimossi dalla Basilica realizzati dal secondo Cinquecento da autori come Guido Reni e Giuseppe Maria Crespi, gli affreschi staccati dalla cupola di Cristoforo Roncalli detto il Pomarancio e opere contemporanee. L’altra raccolta lauretana è nel Museo Storico Aeronautico dell’Associazione Arma Aeronautica, fondata nel 1958 con centinaia di pezzi dalla fondazione della Regia Aeronautica (1923) a oggi: uniformi, mantelline, cappotti, tute, equipaggiamenti, modellini, foto, una sezione sulla seconda guerra mondiale e una sul periodo postbellico.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani