I panorami di Francesco

Walter Guadagnini |  | Torino

Per gli usi e i costumi del mondo artistico italiano, Francesco Jodice è ancora da annoverare nella schiera dei giovani artisti, essendo nato appena nel 1967, ma la mostra «Panorama» che Camera-Centro Internazionale per la Fotografia gli dedica, dimostra come un autore importante e concettualmente ambizioso, quale Jodice è, possa produrre in vent’anni un corpus di lavoro articolato, in grado di reggere la prova di uno sguardo complessivo (dall’11 maggio al 14 agosto, a cura di Francesco Zanot, catalogo Mousse).

Per l’occasione, Jodice e Zanot hanno costruito un dispositivo di presentazione basato su alcuni assi tematici, che corrispondono ai nuclei centrali della poetica dell’artista, le ricorrenze del suo approccio al mondo e alla sua traduzione in immagine: il networking, l’antropometria, lo storytelling e la partecipazione. Tradotti in opere, questi temi divengono serie operative che si sviluppano e si
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Walter Guadagnini