Image

Leonardo ed El Greco ai Musei Capitolini

Fino al 17 aprile i Musei Capitolini ospitano due mostre. Grazie al progetto di scambio tra il museo romano e il Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid, a Palazzo dei Conservatori è esposta la versione più tarda, dipinta a Toledo (1596-1600), dell’«Annunciazione» di El Greco, non quella realizzata in Italia oltre vent’anni prima e anch’essa conservata nel museo madrileno (in cambio i Capitolini prestano «La buona ventura» di Caravaggio). 

La mostra, a cura di Sergio Guarino, espone il modello definitivo del dipinto da inserire nel maestoso «Retablo di Doña María de Aragón», la committente, per l’altare maggiore del Colegio de Nuestra Señora de la Encarnación di Madrid, da lei fondato, retablo smembrato all’inizio dell’Ottocento, con cinque grandi tele ora al Prado e una al Museo di Belle Arti di Bucarest.

A Palazzo Caffarelli è presentato, per la prima volta a Roma, il Codice del volo degli Uccelli di Leonardo della Biblioteca Reale di Torino, a cura di Claudio Giorgione e Giovanni Saccani, da un’idea dell’Associazione MetaMorfosi. Basandosi sull’osservazione degli uccelli, Leonardo vi illustrò i suoi studi sul volo. Il manoscritto, esposto nel suo climabox, è sfogliabile da touchscreen ed è affiancato da altri testi e da prototipi leonardeschi proposti con tecnologie per una fruizione in 3D.

Federico Castelli Gattinara, 10 febbraio 2017 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Tra Foro Romano e Palatino sono stati ritrovati i resti di una lussuosa dimora con una sala per banchetti a forma di grotta e uno straordinario mosaico impreziosito con conchiglie, vetri e tessere blu egizio

Si inizia con l’enigmatico scultore ateniese. Altre due monografiche saranno dedicate a Prassitele e a Skopas

Stéphane Verger nel chiostro di Michelangelo ha fatto eseguire interventi su sette teste di animali antiche (quattro di età adrianea e tre rinascimentali) e ne ha commissionata un’ottava a Elisabetta Benassi

Lo scavo condotto dalla Soprintendenza speciale di Roma ha riportato alla luce strutture in laterizio e un sontuoso apparato decorativo riconducibili a una committenza di altissimo rango, quasi sicuramente imperiale

Leonardo ed El Greco ai Musei Capitolini | Federico Castelli Gattinara

Leonardo ed El Greco ai Musei Capitolini | Federico Castelli Gattinara