«Environnement de Transchromie circulaire» (1965-2017) di Carlos Cruz-Diez

Foto Ela Bialkowska, OKNO Studio © Carlos Cruz-Diez, Bridgeman Images, 2023

Image

«Environnement de Transchromie circulaire» (1965-2017) di Carlos Cruz-Diez

Foto Ela Bialkowska, OKNO Studio © Carlos Cruz-Diez, Bridgeman Images, 2023

Il Qr Code di Pistoletto

Oltre ai 90 anni dell’artista biellese, la Galleria Continua ricorda il cinetico Cruz-Diez e ospita le foreste di Eva Jospin

Sono tre le mostre presentate dalla Galleria Continua fino al 10 settembre. «I quadri specchianti» celebra i 90 anni di Michelangelo Pistoletto ed è la prima tappa di un progetto che si articolerà nelle altre sedi della galleria. Si parte dai lavori degli anni Cinquanta, in cui la figura assume un carattere sempre più ieratico e il fondo diviene monocromo, per seguire la genesi dell’invenzione del quadro specchiante (nel 1961) dove converge ciò che lo spettatore vede davanti e dietro di sé. Tra le produzioni più recenti «Qr Code Possession-Autoritratto» (2022), in cui l’artista biellese è ricoperto di tatuaggi che recano un Qr Code attraverso il quale si accede a materiali e video.

«L’euforia del colore» è invece la personale dedicata all’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez (scomparso nel 2019), esponente dell’Arte cinetica dagli anni Sessanta. Fulcro della mostra l’esperienza partecipativa della serie «Environnement Chromointerférent» (Parigi, 1974), collocata nella platea dell’ex teatro al centro della galleria. Lo spettatore si trova immerso in una situazione spaziale che coinvolge la smaterializzazione, la trasfigurazione e l’ambiguità del colore attraverso il movimento. Il percorso prosegue nello spazio urbano e nel giardino.

All’Arco dei Becci, infine, è allestita «Vedute», la prima personale nello spazio toscano di Eva Jospin. L’autrice parigina (1975) pone al centro della propria ricerca il paesaggio, con grandi foreste naturali e mentali rese tramite stratificazioni modellate in gesso e cemento e sculture alveolari in cartone.

Laura Lombardi, 24 luglio 2023 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

La galleria Il Ponte di Firenze, che già nel 2019 gli aveva dedicato un «close up», presenta una retrospettiva dell’artista greco tra il 1959 e il 2022

L’artista cinese torna nella Galleria Continua con opere, anche inedite, dal 1995 ad oggi

Dopo un intervento presso l’Opificio delle Pietre Dure, che ha evidenziato l’eccezionalità della tecnica del maestro della Maniera, l’opera ha ripreso il proprio posto

Una retrospettiva alla Fondazione Ragghianti ripercorre l’intera carriera artistica dell’artista tedesco, dagli anni della formazione fino al periodo conclusivo della sua vita

Il Qr Code di Pistoletto | Laura Lombardi

Il Qr Code di Pistoletto | Laura Lombardi