I dipinti di Wolfram Ullrich appaiono come sculture da parete

Image

I dipinti di Wolfram Ullrich appaiono come sculture da parete

Analitico relativista

30 lavori di Wolfram Ullrich al Museo Marca di Catanzaro

Wolfram Ullrich (Würzburg, 1961) è al Marca dal 1 dicembre al 27 gennaio. Al Museo diretto da Rocco Guglielmo giungono 30 lavori dell’ultimo trentennio, in una mostra curata da Alberto Zanchetta e intitolata «Coordinate e convergenze». Quasi tutte realizzate nei colori puri cari a Mondrian, punto di riferimento stabile per Ullrich, le opere appaiono come sculture da parete.

Piegando la geometria più severa a sorprendenti paradossi percettivi, Ullrich allestisce congegni fondati sull’inganno ottico: composizioni murali a base di acciaio tinteggiate ad acrilico, all’apparenza sviluppate in profondità, rivelano, a un esame più attento, la loro costituzione di pochi centimetri. Il pittore illustra l’ambiguità illusoria delle apparenze, e la loro dipendenza dal punto di vista del fruitore. Le opere mutano infatti il loro impatto in relazione alla dinamica degli spostamenti nello spazio.

I dipinti di Wolfram Ullrich appaiono come sculture da parete

Guglielmo Gigliotti, 02 dicembre 2018 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Venti opere della scultrice franco-americana sono allestite accanto a Bernini, ma anche nei Giardini segreti e nell’Uccelliera

Dopo il Guggenheim di Bilbao arriva in Italia l’ultima mostra a cui l’artista recentemente scomparso ha lavorato: 25 opere esemplari della sua ricerca nei segreti della materia

Da Mucciaccia Gallery Project un allestimento in cui emancipazione fa rima con provocazione

Una sessantina tra dipinti, sculture, incisioni, fotografie, manoscritti, documenti inediti e cimeli illustrano il contesto storico e artistico del Risorgimento

Analitico relativista | Guglielmo Gigliotti

Analitico relativista | Guglielmo Gigliotti