Image

«Egnazia», dal volume di Fabrizio Bellomo

Image

«Egnazia», dal volume di Fabrizio Bellomo

Viaggiare con gli artisti: Villaggio Cavatrulli di Fabrizio Bellomo

Il secondo volume della collana «XXI. Guide d’artista» edita dal Centro Di

Image

Laura Lombardi

Leggi i suoi articoli

Guide sui generis, con esplorazioni inconsuete, e punti di vista inediti sul Bel Paese, è quanto offre la collana «XXI. Guide d’artista», edita dal Centro Di e nata da un’idea di Giacomo Zaganelli, che ne è curatore insieme a Alberto Salvadori, nonché autore del primo volume La Mappa dell’Abbandono. Il principio è infatti quello di affidare ogni volume (le guide saranno venti come le regioni più il multiplo «Italia») a un artista diverso.

In questo caso, la seconda guida fresca di stampa, Puglia. Villaggio Cavatrulli, è opera di Fabrizio Bellomo (Bari, 1982), artista i cui lavori sono stati esposti a personali e collettive (tra cui la 16ma Biennale di Architettura di Venezia nel 2018), tramite progetti pubblici e festival cinematografici.

Concentrandosi su un paesaggio di scarto, composto di pieni e di vuoti, di forme concave, creato dalle cavità lasciate dall’estrazione di tufo e di pietra leccese compiuta nei secoli da cavatori che si sono serviti di quei materiali per costruire altrove, Bellomo ci mostra quelle forme residuali come architetture a cielo aperto.

L’operazione di cavatura acquista la valenza di un gesto architettonico, progettato a priori, per la creazione di un’utopia realizzabile, un nuovo spazio di pietra da popolare che reca il nome, appunto, di «Villaggio Cavatrulli». Il volume, in italiano e inglese, nella forma del «leporello», è edito anche in tiratura limitata di 13 copie firmate e con multipli realizzati in pietra leccese del progetto «Villaggio Cavatrulli».

Nel volume, al leporello pieghevole, con 37 immagini di Bellomo, segue un piccolo libro con scritti relativi al progetto, elaborazioni e riflessioni dell’artista, che sempre si muove in modo ibrido e multidisciplinare. Da ricordare anche il lancio della App «Centro Di Edizioni» (possibile grazie al bando Voucher Digitali 4.0 della Camera di Commercio di Firenze) che, utilizzando la realtà aumentata, permette di espandere i testi pubblicati nel primo volume di Zaganelli, con contenuti extra. Per uscire dalla contrapposizione fra carta e digitale, supporti integrati e non alternativi.

Puglia. Villaggio Cavatrulli, di Fabrizio Bellomo, 52+44 pp., 37 ill. col. e 23 b/n, Centro Di, Firenze 2019, € 35,00 (400€ per l’edizione limitata)

«Egnazia», dal volume di Fabrizio Bellomo

Laura Lombardi, 14 agosto 2019 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

A Firenze, nel Museo del Novecento e nel Museo degli Innocenti, sculture, installazioni e disegni dell’artista francese

Intanto nel museo di arti decorative riaprono due sale con un nuovo allestimento, rispettivamente dedicate all’arte islamica e alle maioliche

La 31ma edizione della manifestazione che riflette in chiave contemporanea sulla produzione secolare della manifattura toscana

La tavola, dipinta per l’altare del capolavoro di Michelozzo annesso alla Santissima Annunziata e oggi conservata alla National Gallery di Londra, è stata riprodotta su carta-cotone. Architettura e arredi dell’Oratorio sono stati oggetto di un restauro complessivo sostenuto dalla Famiglia Pucci e dai Friends of Florence

Viaggiare con gli artisti: Villaggio Cavatrulli di Fabrizio Bellomo | Laura Lombardi

Viaggiare con gli artisti: Villaggio Cavatrulli di Fabrizio Bellomo | Laura Lombardi