Image

Pazienza pakistana

Silvano Manganaro

Leggi i suoi articoli

Shahzia Sikander (Lahore, 1969), formatasi in Pakistan e residente a New York dagli anni Novanta, è ospite sino a fine luglio di Valentina Bonomo. In mostra una selezione di recenti lavori su carta e un’inedita produzione di mosaici realizzati in collaborazione con il mosaicista romano Costantino Buccolieri.

Quella del mosaico è una tecnica antica che, se da un lato non permette di sfruttare le caratteristiche tipiche della miniatura indo-persiana tanto amata dall’artista, dall’altro conferisce alle immagini una forza e una classicità capaci di sfidare il tempo.

Il mosaico, comunque, richiede un rigore, una forza di volontà e una pazienza che sono una delle virtù della pittura orientale, insegnandoci che dalla fusione tra culture diverse non può che nascere un arricchimento.

Silvano Manganaro, 06 luglio 2017 | © Riproduzione riservata

Articoli precedenti

La galleria romana inaugura la nuova sede con una collettiva che coinvolge tutti i suoi artisti e si avvicina a z2o Project, sua costola sperimentale

180 opere dalla collezione di Bruno Decharme realizzate da malati mentali, detenuti, emarginati

La mostra da Gilda Lavia condensa opere di ieri e di oggi attraverso un originale allestimento che immerge lo spettatore nel pensiero dell’artista siciliana

I colorati dipinti del pittore caraibico, esposti da Gagosian, sono un inno alla resilienza e all’imprevedibile adattamento del mondo vegetale

Pazienza pakistana | Silvano Manganaro

Pazienza pakistana | Silvano Manganaro