Image
Image

Palazzo Butera rinasce per Manifesta 12

Giusi Diana

Leggi i suoi articoli

I collezionisti Massimo Valsecchi e la moglie Francesca (con galleria a Milano, vivono a Londra) sono i nuovi proprietari del settecentesco Palazzo Butera, le cui terrazze sulle Mura delle Cattive affacciano sul lungomare.

Lo hanno acquistato a fine 2015 dai Moncada di Paternò e dai Lanza Trabia, dopo che diversi gruppi avevano manifestato interesse per realizzare nell’immobile un albergo di lusso. La rinascita di una delle più sontuose dimore aristocratiche di Palermo è iniziata con i lavori di restauro che la tramuteranno in una casa museo e un importante polo espositivo e di ricerca.

Collaborerà anche con il Comune e l’Università, come ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune Andrea Cusumano. Il piano terra del palazzo, destinato a mostre temporanee, dovrebbe essere pronto in tempo per Manifesta 12 che nel 2018 si terrà proprio a Palermo: Valsecchi infatti è anche membro del Cda della Fondazione Manifesta 12.

Palazzo Butera sarà inserito nelle attività espositive della biennale itinerante d’arte contemporanea.

Giusi Diana, 23 giugno 2016 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Dal 18 al 21 giugno, tra Napoli e l’isola di Vulcano, la terza edizione di «Volcanic Attitude», festival di cultura contemporanea, con le opere di Riccardo Arena, Loredana Longo, Emilio Messina, Ignazio Mortellaro, Filippo Romano, Shaken Grounds

La statua suggerisce le dimensioni ciclopiche del più grande tempio incompiuto della Sicilia di cui rimane solo un ammasso di blocchi calcarei

Sotto le mostre, sopra «un giardino che vola»: su iniziativa della Fondazione Sicilia, un nuovo edificio alle spalle di Palazzo Branciforte intende riqualificare un angolo degradato

Nella Pinacoteca di Villa Zito una mostra in occasione dei 400 anni dal ritrovamento delle spoglie della patrona di Palermo

Palazzo Butera rinasce per Manifesta 12 | Giusi Diana

Palazzo Butera rinasce per Manifesta 12 | Giusi Diana