Image
Image

Inattuali

Giovanni Pellinghelli del Monticello

Leggi i suoi articoli

Fino al 28 febbraio la Galleria de’ Foscherari presenta la mostra «Pier Paolo Calzolari/Giorgio Morandi/Claudio Parmiggiani».

L’occasione è il cinquantenario della morte di Giorgio Morandi (1890-1964) e il presupposto che ai maestri del Novecento si guardi non perché divenuti «classici» (ossia sempre attuali) bensì al contrario perché «inattuali». Di qui il dialogo fra un maestro «inattuale» come Morandi con due artisti che potrebbero essere stati suoi allievi: Calzolari e Parmiggiani.

«Il primo, impostosi come protagonista dell’Arte povera, spiega Pasquale Ribuffo, titolare della galleria, ha scelto poi la ricerca rischiosa e solitaria di un’essenza artistica, della quale, per citare Heidegger, si è perso anche il linguaggio per esprimerla. Il secondo si è affermato per la ricerca, questa volta l’allusione è a Walter Benjamin, delle tracce che l’arte ha lasciato dei suoi percorsi storici nella forma di reperti archeologici».

Inoltre, non è solo dettaglio biografico che i due artisti vivano appartati, nella ricerca di una visuale esterna da cui farsi osservatori e critici del mondo, così come Morandi viveva isolato (ma non recluso dal contatto culturale internazionale) in via Fondazza o nella solitudine di Grizzana.

Accanto alla «Nevicata» del 1940 e alla «Natura morta» del 1931 di Morandi, figurano tre lavori di Calzolari: «Valori plastici» (2005), «Natura morta» (2006) e la «Fontana» (2014), realizzata per questa esposizione, insieme a una grande installazione site specific di Parmiggiani.

Giovanni Pellinghelli del Monticello, 08 gennaio 2015 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

I sopracamini che l’imprenditore Michelangelo Poletti si è aggiudicato nel 2022 sono esposti a Palazzo d’Accursio, dopo l’intervento di Giovanni Giannelli del Laboratorio Ottorino Nonfarmale

Le tappe del restauro dell’opera sono ora ripercorse in un volume, insieme al rapporto tra la pittrice più inneggiata del Seicento italiano e europeo e il committente Michelangelo Buonarroti il Giovane

Il libro di Adele Milozzi è un viaggio biografico tra le vite di granduchi, banchieri, cadetti e principesse, classificato un po’ impropriamente solo come «guida»

Nel Palazzo dei Diamanti l’artefice visionario di realismi impossibili in un allestimento curato da Federico Giudiceandrea e Mark Veldhuysen, presidente della Escher Foundation

Inattuali | Giovanni Pellinghelli del Monticello

Inattuali | Giovanni Pellinghelli del Monticello