Zuccarelli nell’arcadia anglo-italiana

Arabella Cifani |

Federica Spadotto ci ha abituati a pubblicazioni di alto livello scientifico, in particolare sul paesaggio veneto. Al grande pittore Francesco Zuccarelli (1702-88) ha dedicato nel 2007 una monografia fondamentale. Zuccarelli, che molti credono veneto e che invece era toscano, fu artista cosmopolita e di valenza europea, attivo a Roma, a Venezia, a Bergamo, a Londra. Il  bel libro della Spadotto appena edito analizza proprio il periodo inglese dell’artista, fino ad oggi meno conosciuto ma ricco di soprese. Nel 1752, all’apice della carriera, Zuccarelli si recò a Londra, di propria iniziativa, e vi rimase fino al 1771, con grande successo di critica e di pubblico tanto che  nel 1768 fu eletto socio fondatore della Royal Academy.

Francesco Zuccarelli in Inghilterra. Genesi di un capolavoro di Federica Spadotto

In Inghilterra Zuccarelli dipinse squisiti paesaggi e illustrò con fantasia poetica e grande inventiva temi shakespeariani come il Macbeth. Le sue vedute di paesaggi inglesi
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Arabella Cifani